Main menu

L'imprenditore rosso | blog di Walter M. Rathenau

Category Archives: Economia della conoscenza

Very Bello? come fare marketing territoriale per l’Expo

Franceschini, ministro dei beni culturali, ha lanciato con grande impegno un nuovo portale di promozione del turismo culturale ed è incorso nella critica sferzante della rete che ha seppellito di tweet iniziativa e nome. Il nome non è felicissimo, diciamocelo, verybello vuol essere giovane, internazionale e spiritoso, e invece risulta un po’ goffo e ridicolo. [...]

Il Piemonte: Buona è la vita senza foga.

Il Piemonte ama presentarsi come attaccato al passato, un po’ lento e tradizionale, molto provinciale. Un posto adatto alle “buone cose di pessimo gusto”, come dice il poeta torinese che apre il secolo XX: Guido Gozzano. Un Gozzano che ama e rimpiange la sua Torino: Quante volte tra i fiori, in terre gaie, sul mare, [...]

Il Giovane Favoloso e la regione al plurale

Il film di Martone, il Giovane Favoloso, ha rilanciato non solo la figura di Leopardi, ma anche quella della sua regione, quelle Marche che un po’ faticano ad avere la visibilità e la fama che altre regioni del Centro Italia hanno, non solo la regina Toscana, ma anche la piccola Umbria, che proprio grazie a [...]

Nella terra in cui i contadini non cantano

A Matera, città europea della cultura, ci sarà modo di riflettere anche sull’identità lucana. Un’identità forte e radicata, anche se ricca di complicazioni. Una Regione, la Basilicata, i cui abitanti si definiscono “lucani”, e in cui i lucani non appartengono solo alla regione. Una terra in gran parte montuosa, percorsa da fiumi polverosi, come dice [...]

La campania non esiste

Quando ero bambino – negli anni 50 – vivevo in una cittadina del Nord Italia, figlio di emigranti meridionali. Poco importa che mio padre fosse un alto funzionario pubblico, sempre emigranti eravamo, ci consideravamo e de eravamo considerati. E poco importa che i miei fossero lucani, per i nostri concittadini eravamo tutti “napoletani”. Quando poi, [...]

LA SICILIA: Dove cambiare è un dovere impossibile

Parlare della Sicilia è facile: non c’è territorio italiano più narrato, sia da autori locali, che da italiani e stranieri. Gli scrittori siciliani (tanti e spesso di alto e altissimo livello) si interrogano da sempre sulla siclianitudine, sino a creare una specie di genere. Il gattopardismo (“Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che [...]

il viaggio come esperienza culturale

Il viaggio è un’esperienza. Un’esperienza totalizzante, perché il viaggio implica un’immersione 24 ore su 24 nell’esperienza: si dorme, si mangia, ci si sposta da un luogo all’altro senza mai smettere di viaggiare. Ed è un’esperienza che coinvolge tutte le sue forme: da quelle sensoriali a quelle della conoscenza, da quelle dei sentimenti, alle relazioni interpersonali, [...]

festival tra cultura e marketing

Sono stato al Festival “Libri Come”, organizzato da Radio 3 all’Auditorium di Roma. Conosco bene i festival culturali e si assomigliano, come organizzazione, un po’ tutti. Molti interventi, molti eventi, gente che va da un posto all’altro, guidata dalla curiosità e dal fascino dell’ospite. C’è anche il tempo e il modo dell’incontro – o dello [...]

La cultura: Ministero dell’economia.

Mi piace la definizione che ha dato Franceschini del ministero che andrà a dirigere: il primo ministero dell’economia. La cultura si mangia, dunque, anche secondo il nuovo ministro. Che però rischia di fermarsi a un luogo comune che negli ultimi tempi ha preso piede: la cultura porta turismo, dunque… A me questo invece non piace, [...]

Quanto vale la cultura italiana? 234 miliardi

Secondo il Financial Times, come riporta Il Sole di oggi, la Corte dei Conti avrebbe intentato causa a Standard & Poor’s, una delle tre grandi agenzie di rating, perché nella valutazione del nostro patrimonio avrebbe ignorato i nostri straordinari beni culturali. I danni richiesti sono per 234 miliardi di euro. Quindi abbiamo una cifra: il [...]

FacebookTwitter